D come Detox. Perdi kg in una settimana disintossicandoti: Il Falso Mito Duro a Morire

A come Acrilammide

Guarda la quarta puntata de “I falsi miti duri a morire dalla a alla z”

Domenica 23 gennaio è uscita la quarta puntata della mia serie WebTv. Analizziamo il termine detox. Tanti ne parlano e lo associano al dimagrimento. Ma cosa vuol dire davvero?

Che cosa significa disintossicarsi? Che cosa sono le tossine?

Il nostro corpo è un vero gioiellino, dotato di sistemi altamente sofisticati per eliminare le tossine.

Fegato, reni, sistema gastrointestinale, pelle e polmoni svolgono ruoli complementari nell’eliminazione di ciò che non è utile o addirittura nocivo per funzionare al meglio.

Purtroppo però, inquinanti, pesticidi, additivi dannosi si accumulano nei tessuti umani e impiegano anni per essere smaltiti. Lo stesso vale per metalli pesanti come il mercurio, che resiste due mesi nel sangue ma fino a 20 anni nelle ossa. Risulta quindi impensabile che una dieta di pochi giorni possa essere d’aiuto.

Come funzionano i programmi detox? Per disintossicarmi è necessario ricorrere a questi prodotti?

I programmi detox sono delle diete solitamente a breve termine (da 3 giorni a 3 settimane) basate sul consumo di frullati, di succhi di frutta e centrifughe, prodotti pre-formulati come polveri o capsule o infusi. Ci sono anche approcci più strong che richiedono l’utilizzo di lassativi, diuretici o integratori.

I tanti programmi sul mercato lasciano a desiderare in quanto carenti ad evidenze scientifiche. Infatti, non hanno mai descritto o identificato alcuna specifica tossina eliminata in seguito all’utilizzo della dieta né hanno mai identificato alcun meccanismo biologico alla base. I pochi studi esistenti sono spesso effettuati su gruppi di persone molto piccoli o non sono stati eseguiti in maniera corretta e scientifica.

Esiste una soluzione naturale e alternativa?

Il primo consiglio è consumare più verdura. Ancora tante persone non consumato il giusto quantitativo quotidiano. Le linee guida internazionali per la salute, 500gr e 750 gr di verdura al giorno. Le verdure oltre alle fibre apportano tante vitamine, antiossidanti e sali minerali utili all’organismo per disintossicarsi e rigenerarsi.

Il vero detox naturale è l’acqua. Il solvente più potente che esista in natura e prima fonte di vita.

Ha senso una dieta detox dopo le feste?

Non mi stancherò mai di ripetere che passare dall’eccesso all’altro, dire “prima esagero e poi faccio detox”, è assolutamente sbagliato per la nostra salute e non ci fa dimagrire.

In questo senso l’idea di fare una dieta detox, non funziona perché il giorno dopo, o la settimana dopo, si è affamatissimi finendo per esagerare nuovamente. Giustificandosi e pensando che poi ci sarà di nuovo il detox.

E’ importante ricordare che l’alimentazione non è qualcosa di magico e immediato. Per costruire un buono

stato di salute duraturo e restare in forma è necessaria la costanza. Ognuno di noi è responsabile nei confronti del proprio corpo.

Studiare e capire la sana alimentazione ci permette di poter fare tutti i giorni una “dieta detox” ma comunque buona e senza sacrifici, sottoponendo l’organismo a pochissimi agenti intossicanti, primo tra tutti lo stress… tipico nelle diete restrittive e scorrette.

Imparando a cucinare cibi buoni e gustosi contenenti tante vitamine e antiossidanti, tante fibre prebiotiche è possibile perdere peso e sentirsi bene, senza rinunce. Concedendosi anche qualche sfizio in considerazione che è la dose che fa il veleno, un approccio detox è fatto di giuste quantità ed equilibri.

0