Dormi bene per tornare in forma. L’importanza della cena sul riposo

4898494_1708_sonno_bellezza

Ciò che mangi a cena incide sulla qualità del sonno. E sulla linea.

Tanto diffusa quanto pessima è l’abitudine di arrivare troppo affamati a cena e rifugiarsi in cibo pronto all’uso e ricco di calorie, grassi e sale, e povero in nutrienti necessari come le vitamine e gli antiossidanti. Oppure passare la serata tra snack e dolcetti.

Tutto questo incide notevolmente sulla qualità del sonno. 

Difficoltà nell’addormentarsi e avere notti travagliate e piene di incubi ha gravi ripercussioni sul tuo risveglio. 

Il giorno dopo ti sentirai stanco, appesantito, poco propenso al lavoro. 

E metterai a repentaglio la tua forma fisica, oltre che sulla tua salute.

Il sonno modifica la nostra sensazione di appetito.

In mancanza di riposo, il corpo rilascia l’ormone grelina, che stimola l’appetito e interferisce così con la sensazione di fame e sazietà. Insieme si riduce la produzione di leptina, l’ormone che segnala al nostro cervello quando siamo sazi. 

L’assetto ormonale viene ulteriormente sconvolto dal cortisolo, il cosiddetto ormone dello stress. 

Questo ormone a livello fisiologico permette al corpo di mettere rapidamente a disposizione energia e di attivare le funzioni vitali. 

Quando dormiamo bene, il cortisolo viene normalmente prodotto solo verso le ore mattutine. 

Quando il poco sonno e i ritmi stressanti subentrano, il cortisolo rimane alto per più ore.

Aumentando il grasso viscerale e la ritenzione dei liquidi. E mettendo a repentaglio le funzionalitàdell’insulina, aumentando il rischio di diabete. 

Come assicurarsi un sonno rigenerativo?

L’ultimo pasto della giornata svolge un ruolo chiave nel creare le condizioni per dormire sonni tranquilli. 

Cosa non deve mai mancare a cena?

carboidrati complessi come pane, pasta e cereali. Questi favoriscono la biodisponibilità del triptofano, l’aminoacido implicato nella formazione della melatonina, l’ormone del sonno.

Le vitamine del gruppo B e C intervengono nella sintesi ormonale della melatonina. Fai il pieno con le verdure, leggermente saltate in padella, crude o cotte sottovuoto. Evita la bollitura perché perderai tutte le vitamine. 

I micronutrienti chiave, come potassiomagnesio e selenio influiscono positivamente sulla qualità del sonno e sono implicati nel rilassamento neuromuscolare. Le patate ne sono un’ottima fonte.

Cacio e pepe Evolution

Pizza e pasta a cena? Si, Evolution!

“L’ideale sarebbe mangiare sia a pranzo che a cena i carboidrati bilanciando le dosi. La pasta la sera non fa ingrassare, anzi concilia il sonno. Quello che fa ingrassare è il condimento.” Afferma la dott.ssa Chiara Manzi

Ricorda che i carboidrati a lento rilascio migliorano la qualità del sonno. Quelli Evolution sono arricchiti con fibre prebiotiche, per sentirti sempre più in salute ogni mattina.

Proprio come a pranzo, è un’ottima abitudine iniziare la cena con una porzione di verdure (250 gr se cotte e 80 gr se crude a foglia). Presta sempre attenzione alla cottura. Prediligi le verdure croccanti e passate velocemente in padella per non perdere i benefici delle vitamine. 

Se i climi sono rigidi, via libera a zuppe di legumi e cereali, nutrienti e riscaldanti!

La coccola serale è permessa! 

Dolce Evolution o Goduria spalmata sul pane?

0