Impossible Food: quando l’impossibile diventa possibile

È possibile mangiare sano con gusto per vivere a lungo senza rinunciare ogni giorno ai piatti della tradizione italiana che più ci piacciono? Questa è la domanda che ha dato il via alle ricerche scientifiche della Dott.ssa Chiara Manzi. E dopo 13 anni di studio, unendo la Scienza della Nutrizione con l’Arte Culinaria, le ricerche in laboratorio con l’esperienza di Chef stellati, pasticceri e scienziati, ecco a voi l’Impossible Food: ricette impossibili che diventano possibili!

Articolo estratto dal nuovo numero del Magazine E-Good4Life!, Art joins Nutrition Editore

Ci avresti mai creduto se fino a qualche anno fa ti avessero detto che sarebbe stato possibile mangiare i piatti che più ami come la pizza, dolci, fritti, in maniera gustosa e salutare, senza ingrassare nemmeno un grammo, ma anzi, perdendo peso?

Io sinceramente non ci avrei creduto, ma con la Scienza tutto diventa possibile e qualcosa che fino a poco tempo fa risultava impossibile adesso è possibile e fa parte della nostra quotidianità.

Pensa, ad esempio, a com’è cambiato il mondo nel corso degli ultimi trent’anni grazie alla Scienza, alla rivoluzione tecnologica e all’affermazione di internet. Prima del 1994, anno in cui Jeff Bezos ha fondato Amazon, sarebbe stato impensabile vendere un prodotto in maniera virtuale, in un luogo immaginario e non tangibile come il negozio fisico.

Oppure pensa ai passi da gigante compiuti dalla Medicina con l’invenzione dei vaccini. Con le vaccinazioni si insegna al sistema immunitario a riconoscere il potenziale pericolo predisponendo le difese necessarie in caso di reale attacco. Qualcosa che sembra magia ma che ha permesso di dimenticare malattie letali come vaiolo, morbillo, epatite B, varicella e tante altre.

O ancora, pensa allo sbarco sulla Luna, avvenuto il 20 luglio del 1969. Due esseri umani, come noi, Neil Armstrong e Buzz Aldrin, che attraversano gli strati dell’atmosfera terrestre per un viaggio interstellare e mettono piede sul nostro satellite naturale.

Qualcosa che solo Jules Verne poteva immaginare 104 anni prima, nel romanzo “Dalla Terra alla Luna”.

Nel futuro assisteremo anche all’atterraggio dell’uomo su Marte, previsto per i primi anni del 2030, dove le temperature oscillano tra i -140 e +140 gradi e dove l’atmosfera non è certamente accogliente per l’essere umano, nonostante la presenza di ghiacciai e paesaggi ambientali che ricordano i deserti dell’Arizona.

Certamente sono attività che richiedono anni di sperimentazione, ma con la Scienza tutto quello che ritenevamo impossibile diventa possibile. L’essere umano si realizza allargando i propri orizzonti mentali e affrontando nuove ere e nuove dimensioni.

Per questo, ci siamo detti, se siamo arrivati sulla Luna, figurati se non è possibile realizzare anche dolci golosi con le calorie di una mela o un frittura Antiaging che possa soddisfare il gusto e allenare il benessere fisico in maniera del tutto naturale e salutare, senza ricorrere a sostanze artificiali!

Eppure nessuno, prima della Dott.ssa Chiara Manzi, aveva cercato di risolvere questo problema, se non con alternative artificiali dannose per la salute. Ma ancora oggi, per molte persone questo sembra impossibile, e forse non hanno tutti torti, se consideriamo i prodotti che troviamo nei supermercati o nei migliori ristoranti delle nostre città.

Spesso, quando vogliamo concederci una pizza a Ristorante la domenica sera, dobbiamo fare un patto con il nostro angioletto e diavoletto interiore, coscienti del fatto che la mattina seguente ci ritroveremo con un chilo in più sulla bilancia.

E anche nei supermercati siamo circondati da prodotti che non considerano minimamente la salute fisica dei consumatori e veniamo, spesso, attirati da quelli gluten free, biologici, che sembrano perfetti per la nostra salute e che invece nascondono un alto contenuto di sale, zuccheri e grassi. Il problema è che se ci sono dei prodotti davvero salutari, non riescono ad appagare anche il palato e per questo è ormai diffusa la credenza che un prodotto salutare sia un prodotto privo di gusto, di sapore, di tutte quelle proprietà organolettiche che soddisfano il corpo e la mente.

Ma unendo la Scienza della Nutrizione con l’arte sapiente di grandi chef, da Massimo Bottura a Gualtiero Marchesi passando per Davide Comaschi, campione del mondo di Pasticceria e Cristian Duca, lo chef dei VIP, executive della Beauty Farm Villa Paradiso, la Dott.ssa Chiara Manzi è riuscita a creare un piatto di Carbonara, una Pizza o una cotoletta alla milanese che sia gustosa e allo stesso tempo salutare, che rispetti l’equilibrio nutrizionale e le linee guide OMS.

Queste sono le basi scientifiche della Cucina 3B: una cucina Bella, Buona e che fa Bene e tutto questo è racchiuso in Antiaging Italian Food, la Start Up innovativa di RistoDelivery Multi Experience per Golosi di Longevità.

Le ricette Impossible Food sono quelle che offriamo con i prodotti firmati Cucina Evolution, con i piatti del Ristorante Libra di Bologna e con quelli che spediamo ogni settimana con il servizio di Food Delivery.

Si tratta di un cambio radicale di paradigma?

Sicuramente, Antiaging Italian Food è la felicità di godersi ogni giorno i piatti della tradizione italiana arricchiti di benessere antiaging raggiungendo, senza sensi di colpa, il peso forma e prevenendo le patologie cronico degenerative.

Tutte le ricette di Cucina Evolution sono frutto di un lungo lavoro di riformulazione da parte della Dott.ssa Chiara Manzi e rispondono ad un esigente disciplinare di certificazione che ne garantisce la Sicurezza Nutrizionale. Vengono mantenuti gli ingredienti tipici di ogni ricetta e si migliora il gusto, modificando i metodi di preparazione per aumentare antiossidanti e ridurre grassi, zuccheri e sale.

Ma quali sono i segreti delle ricette Impossible Food?

Com’è possibile riformulare un piatto della tradizione, con ricette tramandate da generazione in generazione, in un piatto rivoluzionario che mantenga gli stessi sapori ma con molte meno calorie e che riduca gli ingredienti nocivi per la salute, se consumati in grande quantità, come sale, zucchero e grassi?

Una piatto per diventare Impossible Food e ottenere la Certificazione Nutrizionale Garantita di Cucina Evolution, deve rispettare questi 7 pilastri:

  1. I cibi e tutti gli ingredienti devono possedere un’elevata qualità nutrizionale;
  2. More&Less: le ricette devono essere ricche di alimenti salutari e funzionali con meno calorie, grassi, zucchero e sale;
  3. Bisogna rispettare le giuste quantità di calorie e nutrienti, così da favorire l’equilibrio nutrizionale e creare pietanze bilanciate e salutari;
  4. È necessario usare metodi di preparazione, conservazione e cottura che esaltino le qualità nutrizionali dei cibi.
  5. Bisogna creare i giusti abbinamenti degli alimenti. Un esempio? Associare il pepe nero alla curcuma per incrementare l’assorbimento a livello intestinale della curcumina di ben 2.000 volte, oppure aggiungere 3 grammi di thè verde per 100 grammi di pan grattato per la panatura degli alimenti destinati alla frittura così da ridurre la formazione di acrilammide di oltre la metà.
  6. Ricette della tradizione italiana e della dieta mediterranea, patrimonio dell’Unesco.
  7. Gusto eccellente. Uno dei pregiudizi principali degli alimenti salutari e la scarsità di sapore, ma con l’arte culinaria è possibile creare delle esplosioni di sapori utilizzando ingredienti naturali e benefici come l’eritritolo e il sale all’alga kombu.

Un’altra particolarità che differenzia le creazioni Impossible Food è l’utilizzo delle cotture sottovuoto che consentono di garantire l’esatta temperatura e durata per mantenere al top gusto e antiossidanti. Infatti, gli alimenti trattati con questa metodologia non subiscono alcuna contaminazione ed il processo di ossidazione causato dall’ossigeno viene notevolmente rallentato.

Scopri la rivoluzione della cucina italiana e gusta i piatti che più ami con più gusto e meno calorie! Vieni a trovarci al Ristorante Libra di Bologna o ordina online sul sito Cucina Evolution e Antiaging con Gusto!

Post Correlati

Leave a comment