Goloso e Sano: Impossible Food?

Come portare a tavola cibi golosi e sani? Missione impossibile? Impossible Food!

La pandemia ha dato al cibo un ruolo sempre più importante: diventato l’unico svago e divertimento, abbiamo tutti giocato a fare gli chef! 

E’ l’unica coccola non potendo viaggiare, uscire, incontrare persone. Cibo sempre più medicina ora che ci siamo resi conto che la salute è davvero la cosa più importante.

Goloso per essere coccola e divertimento, Sano per aiutarci ad aumentare le difese immunitarie.

Paradosso?

Pare di si dato che pur aumentando il consumo di cibi bio e naturali, siamo spesso tendenti all’ingrassamento sia per la “reclusione” forzata sia perché mangiamo di più.

Allora Goloso e Sano è IMPOSSIBILE?

La sfida di portare a tavola cibi golosi e alleati della longevità è il motivo che ci ha spinto nel 2018 ad aprire il nostro Ristorante. E oggi continuiamo a servire IMPOSSIBLE FOOD che arrivano a casa tua e che puoi gustare felice nel nostro Ristorante! L’Impossibile Food per eccellenza? La Carbonara Evolution, un viaggio sensoriale per le papille gustative, con il guanciale che esplode in bocca e la leggerezza di un riso in bianco!

La Carbonara non è solo un grande classico della tradizione romana ma è uno dei piatti simbolo della cucina italiana in tutto il mondo!

La leggenda racconta che il piatto nacque alla fine della seconda guerra mondiale dalla fusione delle culture italiana e americana, un piato che doveva dare energia ai soldati.

Ma oggi la carbonara è solo buona o fa anche bene?

Conosciuto per la sua bontà questo piatto è costruito sul connubio tra tuorlo, pecorino romano e guanciale, tutti ingredienti ricchi di grassi e privi di fibre che rendono il piatto tradizionale molto calorico e ad alto indice glicemico

La dott.ssa Chiara Manzi ha creato un’evoluzione scientifica di questa ricetta che ne mantiene gli ingredienti tipici e porta a tavola la carbonara della longevità.

La Carbonara Evolution apporta meno calorie di 100 g di riso in bianco condito con un cucchiaio di olio, tante fibre e polifenoli, pochi grassi e sale.

Una ricetta buona da morire anzi… BuonaDaVivere!

Porta a tavola l’Impossible Food e impara a fare la Carbonara Evolution anche a casa tua! Accetta la sfida e segui la ricetta!

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • Spaghetti: 280 g
  • Tuorli: 2
  • Guanciale di Amatrice: 40 g
  • Pecorino romano DOP: 40 g
  • Inulina Excellence: 24 g
  • Pepe nero: qb
  • Curcuma: 1 g

PREPARAZIONE

Il guanciale

Attivando la reazione di Maillard a 130°C si concentra il gusto del guanciale eliminando il grasso.

Facendo reagire amminoacidi e zuccheri del dna del guanciale, si producono sostanze volatili e aromatiche.

È importante mantenere la temperatura al di sotto dei 140°C per evitare la produzione di acroleina, sostanza tossica per il fegato.

Per questo motivo si predilige la cottura al microonde o in forno a 130°. Tagliare finemente il guanciale. Adagiarlo su tre fogli di carta assorbente e coprirlo con altrettanta carta assorbente.

Cuocerlo in microonde a massima potenza per 1-2 minuti: deve sgrassarsi bene diventando croccante.

Tamponare bene il guanciale con carta assorbente pulita per togliere il grasso in eccesso.

Il tuorlo

Creiamo una crema di tuorli 10 volte più voluminosa sfruttando la denaturazione delle proteine del tuorlo che avviene a 50°C, rendiamo la montata stabile e cremosa aggiungendo Inulina Excellence che abbassa l’indice glicemico del piatto, e restituiamo il colore giallo intenso al tuorlo con un pizzico di curcuma, che, se abbinata al pepe nero, blocca la formazione di nuove cellule grasse.

Montare i tuorli con le fruste, aggiungendo a filo 40 g di acqua a 60°C, la curcuma e l’Inulina Excellence a pioggia per ottenere una spuma morbida.

Riduciamo il quantitativo di pecorino microscaglionandolo con una microplane. Il sapore del formaggio si espande in tutto il piatto come se fosse il doppio.

Mettere 2/3 del guanciale croccante in una padella antiaderente e saltarlo insieme al pepe nero.

Cuocere gli spaghetti in acqua salata con 5 g di sale iodato per litro di acqua. Scolarli al dente e saltare insieme al guanciale con un po’ di acqua di cottura e con 2/3 del pecorino grattugiato.

Quando l’acqua di cottura è ben assorbita dalla pasta, aggiungere la crema di tuorli fuori dal fuoco e impiattare guarnendo con il restante guanciale e pecorino.

Valori Nutrizionali
Proteine 13g; Grassi 10g; Carboidrati 59g; Fibre 7g; 395 Kcal

0

Post Correlati

Lascia un commento