Inulina e Arte culinaria: Come difendersi dal Covid-19

Continuiamo la nostra Rubrica sulla relazione tra Arte Culinaria e sistema immunitario.

Esiste un vaccino naturale contro il Covid?

In questi ultimi giorni i contagi da Coronavirus hanno toccato 21mila casi al giorno e molte regioni d’Italia sono rientrate in zona rossa.

Il governo inietta dosi di fiducia ma regna l’incertezza sull’effettiva disponibilità dei vaccini per coprire l’intero fabbisogno della popolazione italiana entro fine anno.

Ma cosa si può fare nel frattempo di ricevere le dosi?

Nel precedente articolo abbiamo visto l’importanza del microbiota e di una sana alimentazione per difenderci al meglio dall’infezione da Coronavirus.

In questo nuovo appuntamento vediamo, invece, gli effetti sul nostro corpo di un ingrediente naturale: l’Inulina a catena lunga.

Si tratta di una fibra solubile che si ottiene a partire dalla fibra della cicoria ma anche dai topinambur, tuberi e verdure più in generale.

L’inulina è un carboidrato non digeribile dal nostro organismo che arriva integro nell’intestino dove agisce come prebiotico.

Una volta nel nostro corpo, questo straordinario elemento riesce ad aumentare la densità di Bifidobatteri e Lattobacilli, diminuendo la carica di batteri nocivi.

Grazie agli effetti benefici sull’intestino, l’inulina è un ottimo coadiuvante per stimolare e rafforzare il sistema immunitario, sviluppando una maggior resistenza ai virus e combattendo lo sviluppo di tumori e patologie intestinali.

Questo ingrediente favorisce l’assorbimento delle sostanze nutritive e di alcuni minerali, come il magnesio e il calcio.

Inoltre, riduce l’assorbimento del colesterolo e dei trigliceridi e i livelli di glicemia.

Ma dobbiamo fare attenzione tra inulina a catena corta e catena lunga!

L’inulina a catena corta presenta caratteristiche moto diverse: si idrolizza facilmente trasformandosi in zucchero, soprattutto se utilizzata in ricette, sottoposta a cotture, lievitazioni e preparazioni acide.

L’inulina a catena lunga, al contrario, durante le cotture, lievitazioni, il contatto con l’acqua e con gli enzimi degli alimenti mantiene una struttura chimica sufficientemente lunga, tale da aggiungere ai suoi effetti prebiotici anche la capacità di abbassare l’indice glicemico di pizza, pane e carboidrati raffinati e di farci uno sconto del 20% sulle calorie.

È pertanto in grado di innescare tutti quei meccanismi che possono portarci a sviluppare un sistema immunitario più forte, riducendo la massa grassa e, soprattutto, i picchi glicemici di alcuni alimenti.

Un consumo quotidiano di inulina, senza cadere negli eccessi, ci permette di vivere più in salute, aiutando a risolvere problemi di peso perché riduce l’assorbimento di grassi e carboidrati rendendo le pietanze più leggere.

Inoltre, è una fibra che disciolta nei liquidi a temperature controllate è in grado di imitare i grassi. Con l’inulina a catena lunga possiamo, quindi sostituire burro, panna, tuorli, formaggi nelle ricette, a zero calorie e senza modificare il sapore!

Ma dov’è possibile trovare questo ingrediente naturale? Nello shop di Cucina Evolution!

Scopri i nostri Master e Corsi Online cliccando qui!

11

Post Correlati

Lascia un commento