Il caffè è un piacere.. senza Acrilammide di più!

Alzi la mano chi di voi inizia la giornata con una bella “tazzulella e café” come dice una nota canzone!

Quanti di voi però sanno che la tostatura del caffè nasconde un cancerogeno nocivo come l’acrilammide?

La dott.ssa Chiara Manzi, nutrizionista e massima esperta in Europa in Nutrizione Culinaria risponde così alla nostra domanda: Cos’è l’acrillamide e perché è pericolosa?

L’acrilammide è quella sostanza che si forma in cottura, in particolare su patate, cereali e caffè, in seguito a cotture con temperature superiori ai 120 gradi.

La sua formazione e dunque il consumo sono così diffusi – è cioè molto facile superare i livelli di guardia raccomandati dagli scienziati – da costituire un allarme per la salute pubblica. (come sottolinea EFSA nelle sue Scientific Opinion on Acrilamyde in Food, del 2015.)

Il guaio è che sono coinvolti alimenti di consumo quotidiano come le patate e il caffè, di cui difficilmente facciamo a meno una volta al dì.

 

 

Il caffè infatti è uno dei simboli della nostra tradizione. Molti adulti lo consumano giornalmente, non riescono proprio a farne a meno! La caffeina contenuto in essa ha un effetto stimolante che da la carica giusta per affrontare la giornata.

Tuttavia durante la tostatura del caffè si produce acrilammide, contaminante di processo classificato dall’EFSA come potenzialmente cancerogeno – per saperne di più visita www.acrilammide.info .

L’Arabica, la cultivar utilizzata per il Caffè Excellence di Cucina Evolution, tendenzialmente presenta tenori di acrilammide più bassi rispetto alla varietà Robusta – fonte EFSA(*).

La Dottoressa Chiara Manzi, dopo svariate analisi ha selezionato questa miscela di caffè 100% Arabica, affidandosi ad un’azienda artigianale storica che importa e seleziona direttamente i chicchi di caffè e che ha come regola primaria la ricerca della qualità.

Questa miscela è particolarmente delicata e amabile, con il giusto compromesso tra note acide e dolci.

La torrefazione infatti è una fase molto importante in cui, adottando la giusta tecnica, è possibile estrarre ed esaltare le qualità aromatiche dei chicchi verdi.

Inoltre, grazie all’utilizzo di una speciale tostatura, più prolungata nel tempo (18-19 minuti), rispetto alle torrefazioni “Turbo Roaster” (9 minuti), il contenuto di acrilammide si riduce molto di più rispetto ai valori più bassi rilevati dall’ EFSA sul caffè in Europa – fonte (*)EFSA parere scientifico sull’acrilammide, 30-04-2015 Appendice B tabella B1.

ACRILAMMIDE μg / 100 g di prodotto
EFSA: Livelli massimi consentiti 40 μg
EFSA: valori più bassi rilevati sul caffè in Europa (*) 18,7 μg
CAFFE’ EXCELLENCE 14,8 μg

Inizia la giornata con il piede giusto! Prova il Caffè Evolution 100% Arabica, a basso contenuto di Acrilammide!

Post Correlati

Leave a comment