PELLE IDRATATA E GIOVANE PER L’ESTATE CON LA MANDORLA!

Quando parliamo di pelle disidratata e di anti-aging, possiamo consigliare il consumo di mandorle. Ricche di vitamina E, combattono i radicali liberi soprattutto se abbinate a frutta e verdura fresche.

Scopri il Master in Culinary Nutrition!

Quali le principali caratteristiche nutrizionali della mandorla?

La mandorla ha due caratteristiche nutrizionali fantastiche: è la frutta secca più ricca di vitamina E, in particolare di alfa R-R-R tocoferolo, il più potente antiossidante, ed è fonte di grassi omega 6, preziosi per il sistema cardio-vascolare.

Innegabili quindi i suoi positivi effetti sulla salute. Ma a livello estetico?

Favorendo la circolazione e il nutrimento della pelle, la mandorla fa bene alla bellezza della pelle, ma è perfetta anche per la salute del cuoio capelluto, in particolare per la cute disidratata, quindi può essere molto utile per la bellezza dei capelli.

Esistono precauzioni nel consumo di mandorle?

Come per tutti gli alimenti, la mandorla ha un effetto benefico se è inserita all’interno di un’alimentazione sana, da cui il ‘cibo spazzatura’ è stato eliminato, ed equilibrata, che, secondo il Ministero della Salute, non dovrebbe mediamente superare le 2000 calorie giornaliere. In caso di consumo calorico eccessivo, il corpo, per difendersi da quello che viene considerato a tutti gli effetti un attacco, produce radicali liberi, dannosi per le cellule. Quindi, l’azione degli omega 6 e della vitamina E contenute nella mandorla viene vanificata. E’ importante però che l’alimentazione sia controllata non solo dal punto di vista calorico, ma anche del frazionamento delle calorie in 5 pasti al giorno.

Quante mandorle consumare e come?

Dai 10 al 30 gr al giorno hanno un ottimo effetto e possono essere consumate sia come snack sia nelle preparazioni alimentari, in quanto la vitamina E resiste abbastanza bene alla cottura e alla tostatura. Può essere utile anche tenere conto dell’abbinamento ideale con cibi contenenti vitamina C, in grado di riattivare la funzione anti-aging della vitamina E disattivata una volta aggredito il radicale libero. Quindi, possiamo abbinare mandorle ad agrumi, a peperoncino fresco, a peperoni crudi e in generale a frutta e verdura cruda, perfetta un’insalata con succo di limone e mandorle o una macedonia con mandorle. Altro abbinamento fantastico è col pomodoro, in grado di potenziare le proprietà della vitamina E.

Precauzioni per la conservazione?

Le mandorle si conservano tranquillamente a temperatura ambiente, soprattutto intere.

 

Post Correlati