La dieta perfetta per un goloso? Quella che include i dolci!

La parola dieta viene immediatamente associata ad un lungo elenco di privazioni in ambito alimentare, elenco che spesso include tutti i dolci.

Il dessert di solito viene dapprima demonizzato, per poi essere inserito, dopo numerose insistenze della persona a dieta, come unica eccezione settimanale!

Se durante le prime settimane è possibile resistere alla tentazione, un lungo periodo a dieta rende veramente difficile mantenere tutti i buoni propositi iniziali, soprattutto per una persona golosa. Diventa quindi altamente probabile che la persona rinunci alla dieta.

La frustrazione per non essere riusciti a mantenere la dieta, le poche gratificazioni concesse dal cibo e la difficoltà del dover sempre rinunciare sono il vero fallimento delle diete. E, una volta interrotto il regime alimentare privativo, il rischio di abbuffarsi con dolci ipercalorici e pieni di grassi è altissimo. Con pochi morsi vengono quindi vanificate settimane di sacrifici in ambito alimentare.

È chiaro quindi che imporre ad una persona golosa una vita senza dolci non è la strada giusta per ottenere un efficace e duratura perdita di peso.

Per fortuna l’alternativa, valida ed efficace, esiste. Non sono infatti i dolci a dover essere eliminati dalla dieta: sono i grassi, il sale e gli zuccheri semplici.

Al Master in Culinary Nutrition di Cucina Evolution i dolci hanno tutto il loro spazio. Tra i docenti del Master ci sono maestri pasticceri e Davide Comaschi, campione mondiale in cioccolateria, che insegnerà ai partecipanti la rivisitazione in chiave evolution dei dolci.

Non parliamo però di qualcosa di simile ai dolci! No, intendiamo proprio il tiramisù, la torta sacher, la brioche e un’enorme varietà di dessert formulati per essere un vero piacere quotidiano.

Per avere più informazioni su Cucina Evolution e sul Master in Culinary Nutrition

Leave a comment