Eritritolo, l’ingrediente per sostituire lo zucchero

L’eritritolo è un dolcificante naturale che può essere impiegato con successo in numerosi regimi alimentari, inclusi quelli per diabetici e persone che necessitano di ridurre il proprio peso.

Ma quali sono le sue caratteristiche e come si può usare in cucina? Scopriamolo insieme.

Cos’è l’eritritolo?

L’eritritolo è un edulcorante naturale appartenente alla classe dei polialcoli o polioli.

Quindi l’eritritolo è zucchero? Se per zucchero si intende il saccarosio, no.
Il potere dolcificante dell’eritritolo è però molto alto: pari al 60% di quello del saccarosio.

Come per molti altri additivi alimentari, è interessante sapere anche per l’eritritolo come si ottiene.

Ebbene, in natura l’eritritolo è presente nella frutta e in altri alimenti vegetali. L’alimento di partenza può essere la frutta, oppure il mais che, sottoposto a fermentazione microbica da parte di lieviti selezionati, permette l’estrazione industriale dell’eritritolo.

Le caratteristiche nutrizionali dell’eritritolo

Il profilo metabolico dell’eritritolo è veramente unico: viene assorbito dal nostro intestino, ma non metabolizzato, ed eliminato quasi interamente tramite le urine.

Per questo motivo è possibile attribuire all’eritritolo un valore medio pari a 0 kcal per grammo!

Su 100g di prodotto, 99,5g sono carboidrati, dei quali 0 g di zucchero.

Anche proteine, grassi, fibre e sale sono di valore 0.

I vantaggi del consumo di eritritolo

Poiché sia il suo indice glicemico che il suo indice insulinico hanno un valore nullo, l’eritritolo può essere utilizzato come dolcificante all’interno del regime alimentare di persone diabetiche.

L’uso dell’eritritolo per diabetici offre quindi nuove alternative alla totale esclusione dello zucchero dall’alimentazione e, conseguentemente, apre la strada anche all’assunzione di alimenti dolci, seppur non quotidianamente e sempre seguendo il consiglio del proprio medico curante.

Per quanto riguarda l’alimentazione dei più piccoli, non esistono indicazioni sul divieto di impiegare l’eritritolo per bambini.

Tra l’altro, rispetto al saccarosio, ha un ulteriore vantaggio: non provoca carie.

Svantaggi del consumo di eritritolo

Abbiamo visto fin qui i benefici apportati dall’uso dell’eritritolo in cucina, ma ci sono anche svantaggi?

Buone notizie: se assunto in quantità moderata, non esistono per l’eritritolo controindicazioni.

Alcuni recenti studi hanno dimostrato che per un consumo pari a un massimo di 50g al giorno, gli effetti collaterali possono essere paragonati a quelli di un consumo pari di saccarosio.

Inoltre non esistono evidenze scientifiche che portino a considerare l’eritritolo cancerogeno.

In sintesi, non è possibile affermare che, in quantità moderate, l’eritritolo fa male.

Come usare in cucina l’eritritolo

Impiegare l’eritritolo nelle proprie ricette è piuttosto facile, perché è disponibile sotto forma di polvere che è possibile pesare e misurare.

Il nostro consiglio è iniziare ad utilizzare l’eritritolo per dolci che già conosci, per apprezzarne fin da subito le potenzialità. Scoprirai infatti che non ha nessun retrogusto e non altera il sapore delle ricette.

Soprattutto per chi sta iniziando ad approcciarsi all’utilizzo di questo dolcificante, è possibile abbinarlo ad altri già conosciuti, creando ad esempio un mix di eritritolo e stevia, oppure di eritritolo e saccarosio.

In questo modo diventerà più facile imparare a conoscere l’eritritolo, come usarlo e come dosarlo nelle tue ricette preferite.

Eritritolo: dove si trova?

Nonostante l’interesse verso questo dolcificante stia crescendo, purtroppo non cresce la sua disponibilità nei negozi.

Non è facile trovarlo in vendita, se non online su siti particolarmente specializzati.

L’eritritolo nel Kit Cucina Evolution

Poiché l’eritritolo è difficile da trovare in commercio ma è diventato un ingrediente di fondamentale importanza all’interno delle ricette proposte da Culinary Nutrition, abbiamo una sorpresa per te: da oggi puoi trovare l’eritritolo all’interno di un kit speciale che include anche l’inulina e il libro della dott.ssa Chiara Manzi, lo strumento ideale per approfondire lo studio della Nutrizione Culinaria.

Grazie al kit puoi subito metterti all’opera e avere a tua disposizione alcune tra le più gustose ricette della tradizione gastronomica italiana rivisitate, nonché gli ingredienti base per cucinarle!
Sperimenta subito l’uso dell’eritritolo: clicca qui.

Per saperne di più sul Master in Culinary Nutrition e avere l’opportunità di imparare come sperimentare l’eritritolo in numerose ricette…

Leave a comment