Voglio essere Chiara – Sostenibilità e lotta agli sprechi

A cura di Chiara Manzi

La sostenibilità e la lotta agli sprechi è un tema molto importante oggi per la salute del pianeta.  Ecco alcune idee per farci del bene senza buttar via il cibo!

scarica-pdf

LE BUCCE DELLE PATATE

Non è vero che le bucce delle patate fanno male. Dovremmo mangiare un chilo di bucce di patata per stare male e il rischio c’è soprattutto se le patate sono vecchie e completamente germogliate. Consiglio di essiccarle, al sole o al forno a 100 gradi per mezz’ora, e poi frullarle. È un trucco per aggiungere una fibra, simile a quella della crusca ma solubile e gustosa, al proprio piatto.

 

GAMBI DI ASPARAGI

Sono ricchi di folati, vitamine utili per prevenire le malformazioni del feto, quindi consigliati soprattutto alle donne in età fertile. I gambi vanno messi in acqua, frullati e filtrati, così da eliminare la parte fibrosa. In questo modo, si otterrà un brodo o una bevanda ricchi di folati.

SCORZA DI AGRUMI

L’importante è non utilizzare la parte bianca perché contiene fibra citrica: fa bene, ma è molto amara

Come usarla in piatti dolci e salati?

Nel primo caso la scorza permette aggiungere meno zucchero perché aromatizza, nel secondo può rinfrescare un piatto, come una pasta al sugo, rendendola più primaverile. Grattuggiamola al posto del parmigiano!

La parte bianca Frullata insieme all’agrume conferisce un po’ di acidità alla bevanda creando un contrasto amaro, ma gradevole. Per non rendere il gusto estremo consiglio di usare solo un terzo della parte bianca di tutto il frutto. Otterremo una spremuta molto più salutare perché più ricca in fibra. Altrimenti i succhi di frutta, privati dalle fibre, diventano bevande ad alto contenuto di zuccheri semplici.

 

LE BUCCE DELLE VERDURE

Molte verdure, come le carote, concentrano le vitamine all’esterno. I carotenoidi, infatti, difendono l’alimento dagli agenti esterni. Mettiamo l’acqua a bollire, quando si raggiungono i 100 gradi si spegne il fuoco e si mettono in infusione gli scarti di queste verdure. Lasciamole 5-10 minuti e poi filtriamo il brodo, che sarà profumato e vitaminico.

 

GAMBI DI BROCCOLI

Tagliare finemente queste parti e metterle a cuocere in una pentola bassa e larga a fuoco molto lento. Quando l’acqua viene totalmente assorbita, frullare il tutto. Il risultato? Una crema molto setosa ricca di fibra solubile, nonostante le parti dure utilizzate. Si può mescolare a un purea di patate, per abbassarne l’indice glicemico, oppure a una besciamella, con lo stesso obiettivo.

 

BUCCE DI POMODORO

Sono ricche di licopene e glutammato naturale, magnifico esaltatore di sapidità. Il licopene è un antiossidante che più viene cotto, più è efficace a livello cellulare. Le bucce di pomodoro frullate sono un ottimo modo per insaporire i nostri piatti.

 

Leave a comment