Sale: Poco e Iodato

Sale Antiaging: poco e iodato!

Sai che lo iodio è un componente fondamentale degli ormoni della tiroide, centrale energetica del nostro corpo?

Se scegli il sale iodato per preparare i tuoi piatti, con 5 grammi al giorno avrai assunto la quantità di iodio di cui la tiroide ha bisogno per funzionare al meglio.

Lo iodio viene assorbito in parte attraverso la pelle e principalmente attraverso l’intestino, quindi anche questo è un ingrediente antiaging utile per vivere in salute e più a lungo!

Aggiungi il sale a fine cottura in modo da limitare la perdita i nutrienti, perché il sale favorisce la fuoriuscita di acqua, vitamine e minerali quando viene aggiunto direttamente sull’alimento. Un’eccezione è la bollitura: cuoci in poca acqua leggermente salata. Bastano 5 g di sale per ogni litro di acqua. L’acqua salata permette invece di limitarne la loro fuoriuscita dall’alimento  (tratto dal libro “Cucina Evolution BuonaDaVivere!”)

E’ importante quindi sapere come salare, quando salare e come sostituire il sale nelle preparazioni senza che perdano di gusto!

 

Leave a comment