È solo buono o fa anche bene? Torta di mele Evolution: un dolce bello e buono, che fa anche bene!

Il profumo della torta di mele rievoca ricordi e sapori dell’infanzia…un dolce goloso e soffice, dove le mele sono le protagoniste indiscusse. Oggi vi sveliamo la ricetta Evolution ideata dal grande pasticciere Stefano Laghi, diplomato in Culinary Nutrition.

scarica-pdf

Torta di mele Evolution: un dolce bello e buono, che fa anche bene

Con i segreti della Culinary Nutrition questo dolce della tradizione non è solo bello e buono ma fa anche bene!

Perché?

Un dolce con pochi zuccheri grazie all’eritritolo

Sostituendo parte dello zucchero con l’eritritolo si riduce la quantità di zuccheri, infatti una porzione di torta di mele ha quasi gli stessi zuccheri che troviamo in una tazzina di caffè dolcificata con un cucchiaino di zucchero.

Perché è importante non assumere troppi zuccheri?

Un’assunzione eccessiva di zuccheri ha un impatto negativo sulla salute poiché determina l’aumento della glicemia e del peso, due fattori di rischio per lo sviluppo del diabete.

Fibra e volume per concedersi il dessert senza rimpianti

Il burro viene emulsionato con una parte della montata di albumi per aumentare il volume del dolce, in questo modo otteniamo un dessert con meno calorie di 4 fette biscottate con un velo di marmellata ma molto più gustoso ed appagante. In più è presente l’inulina, che ci permette di aumentare l’apporto di fibra e di avere un effetto prebiotico sulla flora batterica intestinale.

Perché è importante assumere la fibra?

La fibra contribuisce ad aumentare il senso di sazietà, migliora l’attività intestinale e contribuisce a prevenire il diabete perché rallenta e riduce l’assorbimento degli zuccheri.

Pochi grassi e quelli giusti

Gli ingredienti sono stati dosati sapientemente per realizzare un dolce con pochi grassi, infatti una porzione di dolce ha meno grassi di un cucchiaio d’olio. Anche la scelta delle materie prime è stata accorta, infatti il dolce ha solo i grassi buoni delle mandorle, delle uova e del burro.

Si può utilizzare anche il burro?

Utilizzato nelle giuste quantità il burro è una buona fonte di acidi grassi a catena corta e media ed è molto meglio rispetto ad altri tipi di grassi che troviamo ad esempio nell’olio di palma oppure nelle margarine vegetali. In più il burro contiene anche vitamina A e D.

Una fetta di Torta di mele Evolution ha meno grassi e calorie, ma più fibra e gusto di 2 fette biscottate con un velo di burro e marmellata. È il dolce ideale per concludere il pasto con un sorriso e nessun rimpianto. Inoltre è un dessert gluten-free!

Due fette biscottate con un velo di burro e marmellata* Una porzione di Torta di mele Evolution
Valori nutrizionali:

·      Proteine                      1,7 g

·      Grassi                         9,2 g

·      Carboidrati                 17,5 g

·      Di cui zuccheri             6,3 g

·      Fibra                            0,7 g

·      Energia                    159 Kcal

 

* 10 g di marmellata + 10 g di burro

Valori nutrizionali:

·      Proteine                  3 g

·      Grassi                    7 g

·      Carboidrati         14,5 g

·      Di cui zuccheri         6 g

·      Fibra                        3 g

·      Energia                133 Kcal

 

 

Senza titolo

Cosa ci serve per preparare la Torta di mele Evolution?

Ingredienti per 8 porzioni

10 g mela renetta

2 albumi

3 tuorli

50 g burro

50 g di farina di riso

38 g zucchero

38 g eritritolo

25 g inulina

25 g fecola di patate

13 g mandorle tostate

4 g lievito in polvere

2 gocce di aceto

 

Come si prepara?

Tagliere le mele a fettine molto sottili. In un pentolino fondere il burro leggermente, quindi trasferirlo in una ciotola e lasciarlo a temperatura ambiente.

Montare con una frusta gli albumi con l’aceto.

Mescolare lo zucchero con l’inulina e l’eritritolo e aggiungerli a pioggia a metà montata. Continuare a montare fino ad ottenere una montata morbida.

Mescolare i tuorli, quindi aggiungerli a filo nella montata con l’aiuto di una spatola dal basso verso l’alto.

Aggiungere una piccola parte della montata al burro fuso ed emulsionare.

Nel resto della montata aggiungere le farine (farina di mandorla, lievito, farina di riso, fecola di patate) mescolando con una spatola dal basso verso l’alto.

Unire il burro al resto della montata continuando a mescolare con la spatola.

Riempire 8 stampini in silicone con il composto (55g di composto a stampino). In alternativa versare il tutto in una tortiera da 20 cm foderata con carta forno precedentemente bagnata e strizzata.

Mettere le fettine di mele in superficie.

Cuocere in forno preriscaldato a 160°C per circa 20-30 minuti, facendo attenzione che la colorazione resti dorata e non marroncina per evitare la formazione di acrilammide.

 

Puoi trovare tante altre nel nuovo libro “Cucina Evolution buona da vivere! In forma senza dieta ” della Dott.ssa Chiara Manzi, massima esperta in Europa di Culinary Nutrition e cucina antiaging.

 

Maria Mattera

Dietista & Dott.ssa in Scienze della Nutrizione Umana

Culinary Nutritionist