Il Benessere Del Cuore è nel Piatto!

In che modo ciò che scegliamo di mettere ogni giorno nel piatto può influire sulla nostra circolazione e sulla prevenzione dei problemi del sistema cardiovascolare?

Alimenti come il sale da cucina, formaggi stagionati, prodotti da forno, in salamoia e prodotti pronti sono ricchi di sodio, un minerale che stimola la ritenzione di liquidi. Un consumo eccessivo di questi alimenti provoca un aumento a lungo termine della pressione arteriosa, uno dei maggiori fattori di rischio per le patologie cardiovascolari. L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) consiglia di non consumare più di 2.4 g di sodio al giorno, corrispondente a 6 g di sale da cucina, circa un cucchiaino di sale al giorno, comprensivo del sale contenuto naturalmente nei cibi e quello aggiunto volontariamente durante la preparazione dei cibi. Aggiungere al massimo 1 g di sale in un piatto ci aiuta a non superare la dose consigliata. Per ridurre il consumo di sodio si possono insaporire i piatti tramite l’utilizzo di spezie, erbe aromatiche, aceto o vino per sfumare.

Frutta, verdura, legumi e frutta secca sono invece ricchi in potassio e magnesio. Questi minerali favoriscono l’eliminazione dei liquidi e il corretto funzionamento delle pareti dei vasi sanguigni, contribuendo alla salute del nostro cuore.

GLI ALIMENTI: I NOSTRI ALLEATI.. SE SAI COME SCEGLIERLI!

IL MELOGRANO

Il melograno è costituito dall’80% di acqua e ricco in potassio. Un melograno medio contiene il 24% di potassio raccomandato al giornoIl potassio è un minerale che facilita la diuresi e l’eliminazione dei liquidi in eccesso. È inoltre ricco in vitamina C e polifenoli come le antocianine. La vitamina C è un antiossidante che combatte l’invecchiamento delle cellule dei vasi sanguigni, così da mantenere le pareti giovani e toniche.

Come e quando consumarlo? Per aumentare le sue proprietà drenanti, utilizza il melograno per la preparazione di acque aromatizzate che possono essere consumate durante o lontano dai pasti. E’ importante ricordare però che la vitamina C si denatura facilmente a contatto con l’ossigeno. Quindi meglio consumare un melograno fresco o un’acqua aromatizzata al melograno appena preparata. Sono invece da sconsigliare i succhi al melograno confezionati poiché dal momento della preparazione al momento del consumo, il succo al melograno entra in contatto con l’ossigeno, perdendo buona parte della sua vitamina C. Oltre al ridotto contenuto in vitamina C, un succo di melograno ha un contenuto di zuccheri, nemici della nostra salute.

IL CIOCCOLATO

Il cioccolato contiene i polifenoli, sostanze bioattive che proteggono il nostro cuore. Studi scientifici dimostrano che 5g di cioccolato fondente al 70% (un quadratino) al giorno abbassano la pressione arteriosa e riducono il deposito di colesterolo sulle pareti delle arterie.

Come e quando consumarlo? Non lo abbinare a latte e latticini perché la caseina in essi contenuta riduce l’azione dei polifenoli! Meglio preparare un dolce o una cioccolata calda con acqua calda o con un latte alternativo, come il latte di riso, di mandorla o di soia non zuccherati.

LE NOCI

Le noci sono un’ottima fonte di magnesio, sale minerale che influisce positivamente sulla pressione arteriosa, agendo da vero rilassante delle arterie. Contengono anche i grassi polinsaturi Omega 3, grassi buoni che riducono i livelli di colesterolo “cattivo” del sangue.

Come e quando consumarlo? Consumali come snack o utilizzali per dare un tocco croccante al tuo piatto o alla tua colazione. Ma ricordati di non superare i 30 g di noci al giorno, che contribuiscono a circa il 20% del fabbisogno di grassi giornaliero per un uomo adulto medio. Le noci si conservano tranquillamente a temperatura ambiente, soprattutto intere ma fai attenzione! Il recipiente deve essere ben chiuso e lontano dalla luce per evitare l’ossidazione degli Omega 3, che perderebbero il loro effetto.

 

Ilaria Roncaioli

Nutrizionista – Nutritional Therapist – Culinary Nutritionist

Leave a comment