È solo buono o fa anche bene? – L’evoluzione della Torta Caprese (Demo)

Si dice che dagli errori nascano le migliori idee ed è proprio quello che spesso accade in cucina. Un esempio è la torta caprese, un antico dolce napoletano, originario dell’Isola di Capri. Il pasticciere dimenticò di aggiungere la farina, nonostante ciò, una volta sfornato il dolce, la meravigliosa consistenza umida e morbida, conquistò praticamente tutti, al punto da diventare una delle icone della pasticceria tradizionale campana.

La torta caprese è un dolce bello e buono, ma fa anche bene?

scarica-pdf

Grazie alla Culinary Nutrition questo dolce bello, buono e cioccolatoso fa anche bene!

Per questo abbiamo deciso di svelarti i segreti per realizzare a casa tua la Torta Caprese Evolution. L’evoluzione sta nell’alleggerire la ricetta tradizionale senza rinunciare al gusto e arricchendola di benessere antiaging!

Otteniamo così un dolce che possiamo gustare a fine pasto, infatti, una porzione di Torta Caprese Evolution ha meno calorie e zuccheri di una coppa di macedonia di frutta al naturale (porzione da 300g).

 

Macedonia (300 g di frutta mista) Torta Caprese Evolution
Valori nutrizionali della colazione:

Proteine 3 g

Grassi 1 g

Carboidrati 31 g di cui zucchero 28 g

Fibra 4 g

Energia 145 Kcal

 

Valori nutrizionali per porzione:

Proteine 4 g

Grassi 10 g

Zucchero 4 g

Fibra 3 g

Energia 140 Kcal

 

 

Cosa ci serve per preparare la Torta caprese evolution?

Ingredienti per 6 porzioni

2 uova

35 g di eritritolo

30 g di cioccolato fondente + 15g di gocce di cioccolato fondente

25 g di mandorle

20 g di olio extra vergine di oliva

15 g di farina di riso

5 g di cacao amaro

1 g di lievito in polvere per dolci

9 g di inulina

1 bacca di vaniglia

foglioline di menta

Preparazione:

Montare le uova con l’olio extravergine di oliva e 100 gr di acqua. Unire 10g di eritritolo e continuare a montare.

Con un mixer tritare le mandorle con 15 gr di eritritolo e unire al composto precedentemente preparato.

Incidere la bacca di vaniglia e svuotala dai semi.

Setacciare a parte la farina, il cacao, il lievito, aggiungere i semi della vaniglia e unire il tutto al composto.

Fondere il cioccolato fondente a bagnomaria. Aggiungere il cioccolato fuso al composto e unire le gocce di cioccolato. Mettere l’impasto in una tortiera da 26 cm di diametro coperta con carta forno o in 6 stampini monoporzione di silicone.

Cuocere in forno a 160° per 30 minuti.

Servire con foglioline di menta.

3 motivi che rendono la Torta Caprese Evolution bella, buona e fa anche bene:

  1. Il burro della ricetta originale è stato sostituito con l’olio extravergine d’oliva che è stato opportunamente dosato in modo da diminuire la concentrazione calorica e migliorare il profilo lipidico, infatti, l’olio extravergine d’oliva a differenza del burro è un grasso prevalentemente insaturo ed è fonte di vitamina E, un antiossidante che ci mantiene giovani.
  2. Per diminuire il quantitativo di zuccheri è stato utilizzato l’eritritolo undolcificante naturale appartenente al gruppo dei polioli (o polialcoli). Prodotto a partire dalla fermentazione di zuccheri naturalmente presenti in frutta e altri alimenti di origine vegetale, l’eritritolo ha un potere dolcificante pari al 70% del comune zucchero da tavola, non apporta calorie ed ha un gusto piacevole che lo rende adatto ad essere utilizzato in cucina.
  3. Il cacao è ricco di polifenoli, delle sostanze che proteggono la salute del nostro cuore, che si perdono con l’aggiunta di latte e zucchero. Anche per questo motivo il burro è stato sostituito con l’olio extravergine d’oliva e lo zucchero con l’eritritolo. In più è stato utilizzato il cacao amaro e il cioccolato fondente al 70%, che hanno un buon quantitativo di polifenoli
  4. L’inulina è una fibra solubile che si estrae principalmente dalla radice della cicoria, ha un sapore neutro e per questo si può inserire facilmente in ogni ricetta senza alterare il gusto. La sua presenza nella Torta Caprese Evolution permette di aumentare l’apporto di fibre nel dolce e di ridurre l’indice glicemico del dolce.                                                                                                                                 Puoi trovare tante altre ricette sul libro “Antiaging con gusto” della Dott.ssa Chiara Manzi, massima esperta in Europa di Culinary Nutrition e cucina antiaging.

Maria Mattera

Dietista & Dott.ssa in Scienze della Nutrizione Umana

Culinary Nutritionist