Cosa nasconde un’etichetta? …Impariamo a leggere tra le righe! (Demo)

6bfcaad67b1776edbcdf1d738cad62b9Giudicare un alimento dalla copertina? Basta sapere dove, cosa leggere e conoscere quei piccoli trucchi usati per camuffare la presenza di un prodotto di scarsa qualità. Cosa leggere? In primis, gli ingredienti: elencati sempre in ordine decrescente, vengono riportate le materie utilizzate durante il processo di produzione e spesso celano inganni che possono arrecare anche seri danni alla salute. Un esempio: se in una confezione di grissini l’olio extravergine d’oliva si trova in fondo alla lista ed è preceduto da altri grassi di scarsa qualità, vi trovate sicuramente davanti ad un messaggio ingannevole, facendovi credere che il prodotto sia fatto con olio extravergine d’oliva. O ancora, la dicitura “grassi vegetali non idrogenati”: non indicando l’esatta provenienza del grasso, spesso nasconde l’utilizzo di grassi di scarsa qualità e prevalentemente saturi, come l’olio di palma o cocco. Importante è anche la tabella nutrizionale: un alimento, anche se integrale, potrebbe contenere più grassi o zuccheri di uno non integrale e quindi farvi ingrassare di più. Questi e molti altri trucchi imparerete al Master in Culinary Nutrition a partire da febbraio.